Al via il ciclo di incontri del progetto EJNita 2.0 sulla sottrazione internazionale di minori

by Ester di Napoli

Il 19 aprile 2024, prenderà il via a Roma, presso il Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità del Ministero della giustizia, il ciclo di incontri dedicato alla sottrazione internazionale di minori, organizzato nel quadro del progetto EJNita 2.0 con la collaborazione dell’Associazione italiana degli avvocati per la famiglia e per i minori (AIAF) e l’Unione Nazionale Camere Minorili (UNCM), e con il supporto della International Child Abduction Lawyers Italy (ICALI) e dell’Associazione Avvocati per le Persone e le Famiglie (APF).

I quattro incontri in programma, due organizzati in modalità ibrida e due esclusivamente da remoto, si collocano nel segmento di progetto a supporto dell’Autorità centrale italiana designata, tra le altre, ai sensi della Convenzione dell’Aja del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale dei minori e del regolamento 2019/1111 relativo alla competenza, al riconoscimento e all’esecuzione delle decisioni in materia matrimoniale e in materia di responsabilità genitoriale, e alla sottrazione internazionale di minori (“Bruxelles II ter“).

Gli incontri sono rivolti ai funzionari dell’Autorità centrale, a magistrati, avvocati, notai, ufficiali di stato civile e ufficiali giudiziari: i relatori (per ciascuna data: un accademico, un magistrato/procuratore minorile e un avvocato) riflettono la stessa logica interdisciplinare, dialogando in forma dinamica sugli specifici aspetti che interessano il fenomeno della sottrazione internazionale.

Il primo incontro, il 19 aprile 2024 (ore 11.30-13.30), sarà dedicato a “La competenza giurisdizionale in materia di responsabilità genitoriale”. L’appuntamento del 14 giugno 2024 e del 20 settembre 2024 (16.00-18.30), entrambi online, si incentreranno rispettivamente su “I procedimenti di rimpatrio e la relocation” e “Il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni di rimpatrio”. Il ciclo di incontri si concluderà presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Ferrara, il 25 ottobre 2024, in occasione della Giornata europea della giustizia, con un evento dedicato a “La mediazione familiare transfrontaliera”. Quest’ultima giornata, organizzata anche con il supporto della Struttura Didattica Decentrata del Distretto di Bologna della Scuola Superiore della Magistratura, ha ottenuto il patrocinio della Federazione Italiana delle Associazioni di Mediatori Familiari (F.I.A.Me.F.). Ciascun incontro attribuisce due crediti formativi per avvocati.

Nei prossimi giorni, Aldricus ospiterà la locandina dell’evento di apertura e, nei mesi a venire, dei seguenti incontri, recanti il dettaglio dei relatori e le modalità di iscrizione.

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.